Blog di tuxiana

Leggi commenti per tuxiana | Scrivi un commento per tuxiana
Visita l'homepage di tuxiana


Tanti
Tanti Auguri
DI un Felice e
Sereno
NATALE
***
**
*
Tuxiana





( 24/12/2009 12:58:53 - N. 375210 )



C'era una volta, non tanto tempo fa, un Uomo
che passeggiando nella foresta
si imbatté in un piccolo scrigno d'oro...
tutto intarsiato di pietre preziose,
di finissima cesellatura...
purtroppo appariva un po logoro e sporco, con qualche pietra mancante.

L'Uomo prese il povero scrigno e lo mise sotto il mantello
per evitare che prendesse altra pioggia.

Una volta giunto alla sua dimora , lo estrasse dalla sua pesante cappa
e lo adagiò su un piccolo desco da lavoro...

lo osservò , lo rigirò, lo capovolse
e alla fine decise di aggiustarlo...

ci vollero molte sere e tanto sudore per ridonargli il suo splendore
ogni goccia che scendeva dalla sua fronte , si tramutava in gemma preziosa...
e proprio mentre stava dando la lucidatura finale
udì una piccola vocina, che proveniva dallo scrigno
"grazie, mi hai riportato al mio antico splendore...
io sono lo scrigno dei desideri, esprimi tutti quelli che vuoi
e io li esaudirò per te, come simbolo della mia gratitudine!"

L'Uomo incredulo espresse un desiderio semplice
tanto per non rimanere disilluso
e lo scrigno lo esaudì...

"Uhm," penso l'Uomo, "questo scrigno è davvero magico!"
e inizio ad esprimere miriadi di desideri....
e lo scrigno obbediva con amore e riconoscenza a colui che lo aveva tratto
dal folto della foresta...

I giorni passavano e l'Uomo esprimeva tanti desideri
ma per ogni desiderio espresso...
cadeva una gemma, si toglieva la patina dorata
finché non lo ridusse come scrigno brutto e vecchio...
e alla fine non sapeva più che desideri farsi esaudire.

L'uomo infuriato, lo prese e con noncuranza lo infilò
in un sacchetto di carta
e lo riportò nel bosco, nello stesso punto dove lo aveva trovato
"dannato scrigno, sei divenuto brutto...e anche se esaudisci i miei desideri
la tua vista mi disgusta!"
lo schiantò per terra , girò le spalle e se ne andò
lasciando lo scrigno solo soletto...

"sono proprio mal ridotto, " pensò "nessuno mi vorrà più!"
e si coprì di foglie secche, affinché nessun altro mortale lo potesse trovare
e li rimase ed ancora li...

Morale della favola : si possono esaudire tutti i desideri che vogliamo
ma quando una persona si stanca di te
non esita a buttarti via...
Non conta se porti la felicità...
conta quando bene vuoi ad una qualsiasi cosa
che , inesorabilmente il tempo logora...
ed è nel tempo che si impara ad amare uno scrigno scalcagnato...

Forse nessuno aprirà mai più quello scrigno
e le persone non vedranno mai più i loro desideri avverarsi tanto in fretta...
ma solo con il lavoro e il sudore della fronte...

la vostra affezionata
tuxiana


( 18/12/2009 22:46:3 - N. 375169 )



Ecco la piccola
Federica

***
**
*

( 12/9/2009 00:53:0 - N. 373702 )


***
**
*



 

( 12/4/2009 10:08:18 - N. 369587 )





***
**
*

 

( 6/1/2009 11:09:1 - N. 364709 )

Avanti
Pagina 1
Questo blog è stato visto 81788 volte