Blog di eLLeGi

Leggi commenti per eLLeGi | Scrivi un commento per eLLeGi
Visita l'homepage di eLLeGi
sėsė funzion

( 13/11/2021 15:26:23 - N. 378256 )

Ero, sono, sarò


Ero un uomo qualsiasi, un uomo solo, senza ambizioni e interessi particolari.
Un giorno però accadde qualcosa di strano. Mentre guidavo, sbandai e mi scagliai di brutto contro un palo senza che mi fosse offerta una
via di scampo.

In parole povere ero morto.

Non vidi alcuna luce, ma qualcosa nella mia percezione delle cose cambiava. Non avvertivo più un corpo, ma senza che ciò mi pesasse.

Il concetto di tempo stava sfumando.

Non sapevo
se questa frase l'avessi pensata in un secondo o in tremila miliardi di anni. In fondo non è che importava molto.
Qualche "istante" dopo iniziai a capire qualcosa: Un secondo prima avevo deciso di provare ad essere un essere umano qualsiasi, senza alcuna ambizione e un secondo dopo mi rendo conto che ho vissuto una intera esistenza per poi morire.

Duro da capire per molti il tempo, le cose, l'universo e tutto il resto.

Adesso sono un atomo, ora una pietra, ora un cartello stradale, ora il vento, poi la galassia di andromeda, sono tutto, sono sempre ovunque si possa immaginare in qualsiasi momento.

Io sono tutti i sentimenti messi insieme, o uno alla volta, gioia, dolore, tristezza, sono la noia, la certezza e l'incertezza.

Sono un ragioniere, ora il pensiero di un bambino senza gambe che si domanda "PERCHE'?".
Sono l'illusione di miliardi di singole vite moltiplicate per milioni di anni, realizzandolo in un tempo infinitesimale che per me non esiste e poi decidere di disfarlo.
Dal mio punto di vista non ha importanza la fame, la guerra, l'inferno o il paradiso. Non c'è bisogno di chiedersi del quando io sia nato e come, perchè in una bolla senza tempo e senza limiti non esiste un inizio, un presente, una fine. Si esiste e basta, senza un perchè.

Posso ricordare qualsiasi minimo pensiero di un essere vivente, in un qualsiasi punto della linea immaginaria del tempo e dello spazio. Per essere precisi, non ho bisogno di ricordare; io sono ogni singolo pensiero e ogni singolo atomo del cervello di ogni essere vivente, così come sono nel frattempo una formica. So quante volte un singolo granello di sabbia è stato spazzato via dalla sua posizione, e quanti giri ha fatto la terra da quando 3 pseudosecondi fa ho deciso di far piroettare alcuni oggetti in uno spazio da me creato, senza motivo.

Non soffro di solitudine, perchè io non soffro, ma non gioisco nemmeno.
So cosa è il dolore, il piacere, una bistecca succulenta dal punto di vista di un uomo e so come è fatta la sua rabbia nel pensare al perchè non esista un dio capace di aiutarlo nel momento del bisogno.


Ora sono un palo urtato da un auto di un uomo qualsiasi, solo, senza ambizioni e senza interessi.

Non so ancora che cosa sarò tra poco, o forse lo so già, ma per me non esiste nè il dopo nè il forse.
Ho deciso, ora sarò il nulla più nulla del nulla, senza alcuna via di ritorno.

( 21/10/2008 12:28:38 - N. 355626 )
blog modificato il: 21/10/2008 12:31:53

Otto anni fa, in questa giornata iniziavo il servizio militare. Come vola il tempo.

p.s.: L'ultimo mio blog risale all'anno scorso
( 31/7/2008 18:46:14 - N. 344046 )
blog modificato il: 31/07/2008 18:47:00


da stasera appartengo anche io al club dei "condizionati"

BRONCHITE A ME!

( 31/7/2007 22:52:9 - N. 271328 )

Sette anni fa, in questa giornata iniziavo il servizio militare. Come vola il tempo.

( 31/7/2007 21:19:56 - N. 271302 )

Avanti
Pagina 1
Questo blog č stato visto 50249 volte