Spazio sponsor, richiedi anche tu uno spazio su ircnapoli per la tua pubblicità!
 
 

IdSpM

nome:

iNtElLeTtUaLe dI sInIsTrA pOsTmOdErNo
eta': 115
Citta'.: nOmAdE dEl TeMpO
Descrizione: Vedo la scrittura come un volo stellare
Volo tra la gioia e la serieta'
L'altra Notte un incubo m'ha fatto svegliare
Sono le risposte della verita'

Ah...Canto pe nun suffri'

Resto a immaginare quando e' chiara la vita
Li' tra le abitudini e la fantasia
Parlo con l'orsetto che vuol farla finita
Dico di sfidare la propria pazzia

Ah...Canto pe nun suffri'

Trovi i soprammobili, ma cerchi la stanza
Qual e' la domanda. l'escatologia
L'unica risposta e' si ha chiuvuto abbastanza
L'acqua sopra l'acqua e la malinconia

Ah...Canto pe nun suffri'

Non vedo la paura vedo solo l'attesa
Espressa in un eccesso di fragilita'

E' comme se fossi 'na guagliona
Canto pe nun suffri'
E nun me vesto eguale

SPECIAL THANKS TO SUMMER 2006 FOR ESPO_DRUM!!!

...Sono tanti, arroganti coi più deboli, zerbini coi potenti
sono replicanti, sono tutti identici, guardali
stanno dietro a maschere e non li puoi distinguere...

...vivon col timore di poter sembrare poveri
quel che hanno ostentano, tutto il resto invidiano...

...medi come i ceti cui appartengono
terra-terra come i missili cui assomigliano...

...mani che si stringono tra i banchi delle chiese alla domenica
mani ipocrite, mani che fan cose che non si raccontano
altrimenti le altre mani chissà cosa pensano, si scandalizzano!!!


Se quello che viene sara' un altro anno noioso
Non so piu' cosa cercheranno i miei occhi
La mia stranezza e' un nodo alla gola
Che nello sciogliersi..
..mi fa immaginare che piova.

Se quello che viene sara' un altro anno speciale.
Non so piu' a cosa serviranno le sere
Le sere d'autunno
Qualcosa da bere
La vita d'inverno che lascia cadere la neve.

Non so piu' cosa guarderanno i miei occhi
Non so piu' a cosa serviranno le sere
Gli uomini grigi vanno al potere
Preda di un deja vu

ONLY FOR YOU ESPY...



Non ho niente da dire su ciò che rappresento
mani da tagliare è tutto quello che io sento di fare
amo le cose da sporcare
ancora litio,culo,faccia
tutta roba per guardarmi e avere niente
io non guardo,non vedo e non sento
e tutto ciò che rappresento lo invento

resto assorto e mi sento toccare
alito distratto qualche cosa da baciare
ma brucia è tutto quello che so dirmi
allora stanco disegno le trame
con l'acido di base io volo sulle lame
ancora oggi mi sento più vivo
e tutto quello che c'è di bello lo aspiro
lascio un corpo permanente per
trovarmi nuovamente nel giro
lascio gli occhi a guardare la gente
per guardare me stesso mi rivolgo alla mente

....e aggiungo con rima
ai silenzi
altri mutui respiri

non ho niente da dire su ciò che rappresento
bibita biliare senza l'ombra di un accento
favola omicida non ancora definita per la folle dipartita del momento
lascio tutti a pensare sul fatto che io mento
feto diagonale in una pancia di cemento
scatola miliare nel percorso cerebrale del momento
appendo un unico accento sul tempo
sulla voglia di fare ed in ciò che rappresento

niente da dire su ciò che rappresento

....e aggiungo con rima
ai silenzi
altri mutui respiri

MEDITATE GENTE, MEDITATE...










COME TE NESSUNO MAI...










Espo_drum TI AMO.



Aggiungi alla Friend List
Leggi messaggi per IdSpM (5) | Scrivi un messaggio a IdSpM



Leggi il Blog di IdSpM






Nick precedente: O_Wilde
Pagina visitata 3389 volte, ultimo aggiornamento : 03/11/2006 - 21.55
ultima visita il 31/12/2017 alle ore 11:30 da un ragazzo di 42 anni.




 
 
 
www.ircnapoli.com