Spazio sponsor, richiedi anche tu uno spazio su ircnapoli per la tua pubblicità!
 
 

damyan81

nome:

Bellerofonte
eta': 40
Citta'.: NAPOLI
Descrizione: chi sono io, per mostrarmi a voi. Chi siete voi, per domandare di me. Ogni giorno ci guardiamo negli occhi, sfiorando le mani, annusando profumi speziati della pelle. Ma non sappiamo nulla di nessuno. Nasciamo soli, viviamo solo e nella fredda solitudine dell'ultimo respiro ce ne andremo via, al di là del tempo e dello spazio. Ecco cosa sono, reale.

LA PAURA PORTA ALL'ODIO, L'ODIO PORTA ALL'IRA E L'IRA AL LATO OSCURO.........mi dispiace, ma ci sono dentro fino al collo.



Domani, poi domani, poi domani: così, da un giorno all'altro, a piccoli passi, ogni domani striscia via per arrivare all'ultima sillaba del tempo che si ricorda ancora; e tutti i nostri ieri hanno rischiarato, a dei pazzi, la via che conduce alla polvere della morte. Spegniti, spegniti, piccola candela. La vita non è che un'ombra che cammina; un povero commediante che si pavoneggia e si agita, sulla scena del mondo, per un'ora, e poi non se ne parla più; è la storia di un idiota, piena di frastuono e di foga, che non significa nulla. W. SHAKESPEARE, MACBETH

DIGRESSIONE

Credo che solo una persona su mille conosca il segreto di vivere nel presente. Quasi tutti noi passiamo 59 minuti su 60 a vivere nel passato, rammaricandoci per le gioie perdute o vergognandoci delle cose mal fatte (attività inutili e logoranti), o nel futuro che auspichiamo o paventiamo. L'unico modo di vivere è accettando ogni minuto come un miracolo irripetibile, che è proprio quello che è: un miracolo e irripetibile.



CREDO NELLA POESIA, SUBLIME ESPRESSIONE DELL'ANIMO UMANO.

Scrivo.....dunque sono.




Un uomo è vecchio soltanto quando, svegliandosi la mattina, non ha più niente da desiderare.


IL FREDDO DI UN RICORDO
Anima triste
Annienti i tuoi ricordi nella brina
Gelata. Congeli

Il sogno di un tempo remoto
Avvizzisce come l’edera
Non senti

Caldo focolaio
Non basta a sciogliere
L’incredibile tormento
Del ricordo indissolubile





.......
Oggi è tempo di preghiere
Riposa le membra
Risveglia il nobile pensiero

Nel comodo letto piumato
Ascolti l’inverno
È tempo di pazienza, non tormentarti

Piove lì fuori
E lava la strada, come lava il tuo cuore
Non dormire ascolta e prega

Porta le mani al petto
Senti il respiro
Rivesti il tuo corpo del sudario paziente.



CHIARO DI LUNA
I riflessi argentati relegano al mare
Indicibile bellezza
La luna brilla alta nel cielo, è notte.

I pensieri planano sull’acqua
Affondano nell’abisso buio
Risalgono al chiarore come ninfe.

Poetico momento di silenzio
Navigo nel latteo mare astrale
Non una parola solo una lacrima

Non ho parole, solo emozioni.




IO SONO
Penso, dunque sono
Lo leggo nelle stelle
Lo scrivo nel mio cuore.

Rimpianti non avere
Paura non avere
Respira d’esser vivo e vegeto. Lo confido all’anima.

Sento, dunque vivo
Il mondo mi circonda
Le vibrazioni fendono l’aria come lame

Nel mio animo più intimo
La consapevolezza di essere unico.


IL RISVEGLIO DALL’ASSENZA
Catartico è il momento sublime del silenzio
L’ego si rinforza nell’istante in cui io credo
Il vuoto di pensieri sono l’eco dell’infinito sussulto

Io non penso come uomo
Penso come se non fossi nulla
Comprendo nell’istante di quanto eterna è la mia esistenza

Ma non basta una vita per capire la propria vita
Dall’assenza subentra l’essenza
E vivo il risveglio, con indicibile dolore.


BUONA NOTTE
Buona notte. Non ti assalino
le ire notturne, l'ansie
tenebrose del buio, ma il cuore
riappacificato si appaghi
di un morbido sonno.

Buona notte. Enigmi e sorrisi, alti
crepuscoli sopra distese
azzurre di oceani, isole e scogliere
prati fioriti, strade. Tale
lo stuolo dei tuoi sogni, specchio
dell'anima immortale.

Buona notte. Passeranno
queste ore di buio come tutto
passa. Il tuo sogno di Dio
intatto t'accompagni, permanga
libero nel tuo cuore, sostenga
le tue forze, disponga
di ogni tuo passo
finche durerà il tempo.


CHIAMAMI
Verrò
dove le margherite
ultime di settembre
punteggiano ancora il clivio abbandonato.

Chiamami. Il ricordo
ell'ore notturne invischia
di tenebre le palpebre. Un giorno
nuovo è risorto, ha sfaccettato
il mondo come un brillante.
La mia anima è in pace.

Ascolto
la tua voce che penetra
le valli, il vento che rialza
l'erba calpestata.
Tra monte e monte volteggiano
nuvole in fuga.
Più che d'azzurro si tinge
di un'attesa paziente il cielo.
Trepida d'amore il tronco
duro della quercia





La condizione mentale di ogni essere umano, induce a considerare solido ciò che terminerà con la sua esistenza.





Quando un angelo mi toccherà la spalla
confortandomi nel dolore,
allora capirò di non aver bisogno
di quel dolore
In quanto, esso mi ha già reso morto.



Lasceremo il mondo come lo abbiamo trovato! Sono state inutili le parole e gli atti, i disegni amorosi, le utopie. Nulla avremo operato. Non abbiamo vissuto, siamo stati vissuti. Ci accendiamo e ci spegnamo, ognuno a sè presente per un attimo, e in quell'attimo quante idee, disegni, sentimenti, luci che paion nostre senza appartenerci. Nulla appartiene a nulla; siamo membra di un'anima che eternamente si alza per un'altra eternità.


il tuo cuore è libero...abbi il coraggio di seguirlo.

Ho visto cavalieri scappare al primo accenno di battaglia, ed uno scudiero, stapparsi una lancia dal petto, per proteggere un cavallo morente. (Robin Hood)


NON SONO IO CHE SONO IN TORTO, è IL MONDO CHE è SBAGLIATO.

§Amare e vivere sono due sinergiche parole che s'inseguono all'unisono nel percorso della vita. Non si vive senza amore, e non si ama senza essere vivi nell'anima.§





Aggiungi alla Friend List
| Scrivi un messaggio a damyan81








Pagina visitata 989 volte, ultimo aggiornamento : 11/07/2006 - 23.27
ultima visita il 27/07/2011 alle ore 15:14 da un ragazzo di 45 anni.




 
 
 
www.ircnapoli.com